Nova Silva Philosophica: la grandiosità della Natura - A cura di Tiziano Fratus

by radiofrancigena - la voce dei cammini

NOVA SILVA PHILOSOPHICA – La grandiosità della Natura è la trasmissione di Tiziano Fratus. Tiziano Fratus, scittore, poeta e studioso dell’alberografia.
Tra i suoi scritti, “Ogni albero è un poeta” (Mondadori), “L’Italia è un bosco” (Laterza), “Manuale del perfetto cercatore di alberi” (Feltrinelli) e “I giganti silenziosi” (Bompiani), “Il sussurro degli alberi ed Il sole che nessuno vede” (Ediciclo Editore).

Tiziano Fratus nasce a Bergamo nel 197la sua 5. Cresce nei paesaggi di Lombardia e in Piemonte, con la dissolvenza della propria famiglia naturale inizia a viaggiare, attraversando le foreste di conifera della California e delle Alpi dove perfeziona il concetto di Homo Radix, al quale conseguono una pratica quotidiana di meditazione in natura e le discipline dell’alberografia e della dendrosofia.
Sue liriche sono tradotte in otto lingue e pubblicate su rivista o in volume in quindici paesi. Ha all’attivo personali fotografiche e collabora coi quotidiani “La Stampa” e “Il Manifesto”.
Vive nella campagna torinese laddove si esaurisce la costanza della pianura e si snodano le radici delle montagne.

read more

NOVA SILVA PHILOSOPHICA – La grandiosità della Natura è la trasmissione di Tiziano Fratus. Tiziano Fratus, scittore, poeta e studioso dell’alberografia.
Tra i suoi scritti, “Ogni albero è un poeta” (Mondadori), “L’Italia è un bosco” (Laterza), “Manuale del perfetto cercatore di alberi” (Feltrinelli) e “I giganti silenziosi” (Bompiani), “Il sussurro degli alberi ed Il sole che nessuno vede” (Ediciclo Editore).

Tiziano Fratus nasce a Bergamo nel 197la sua 5. Cresce nei paesaggi di Lombardia e in Piemonte, con la dissolvenza della propria famiglia naturale inizia a viaggiare, attraversando le foreste di conifera della California e delle Alpi dove perfeziona il concetto di Homo Radix, al quale conseguono una pratica quotidiana di meditazione in natura e le discipline dell’alberografia e della dendrosofia.
Sue liriche sono tradotte in otto lingue e pubblicate su rivista o in volume in quindici paesi. Ha all’attivo personali fotografiche e collabora coi quotidiani “La Stampa” e “Il Manifesto”.
Vive nella campagna torinese laddove si esaurisce la costanza della pianura e si snodano le radici delle montagne.